Fiammetta De Angelis

FIAMMETTA DE ANGELIS
E' sempre stato più semplice presentarmi attraverso il linguaggio del corpo piuttosto che per iscritto. Quindi, mentre cerco il miglior modo per raccontarmi, preferirei esibirmi per trasmettervi cos'è per me l'amore per la danza aerea.
Ho avuto il mio primo approccio alla danza moderna all'eta di 9 anni, quando ero inconsapevole della passione che avrei sviluppato e che abbandonai a causa dell' università. Solo dopo un momento difficile ho capito che avevo bisogno di "alleggerirmi"  in seguito ad un'esplosione  di sensazioni contrastanti. Avevo bisogno di un'emozione in più da quella dello stare con i piedi per terra, di qualcosa che mi facesse superare i limiti che ci prestabiliamo, di vedere le cose da altri punti di vista, e perchè non a testa in giù?
Dall' esigenza di esternare quello che avevo dentro è nato il legame con il tessuto aereo. E' sempre stato un percorso introspettivo, in cui avevo la possibilità di ballare innanzitutto per me stessa e poi, con il tempo e l'apprendimento, di trasmetterlo  anche agli altri con una danza in cui ci si lascia trasportare dalla musica in un armonioso ballo sospeso.
Con questa disciplina ho consolidato l'idea che i problemi e le paure non devono fermarci ma, al contrario, essere un incentivo a fare del nostro meglio per arrivare sempre piu in alto e ottenere quello che piú puó renderci felici.                       

"... vola solo chi osa farlo..." (L. Sepulveda)

COLLABORAZIONI

Opera "Aida" regia Franco Dragone (Napoli,Anversa,Brussels) come mima/ballerina - "SUO.NA" Festival 2015 - Music, Art e Buskers Palazzo Marciani