Elisabetta Serio

ELISABETTA SERIO
Pianista-compositrice ed arrangiatrice. Ricerco un suono prima di tutto. La tecnica è nella testa e serve per comunicare al meglio un pensiero musicale. Sono al secondo disco come solista il cui genere è un jazz di matrice nord-europea.
La musica regola il caos. Non definisce, non tutela, non va strumentalizzata, non è un luogo sicuro ma di responsabilità, è una delle tante faccette del diamante. Questo è la mia personale esperienza sia come donna che come musicista. Resta per me la forma di espressione e comunicazione, con l'aiuto della tecnica e del buon senso a prescindere dai generi.
Compito dell'educatore è di non consentire proiezioni, di individuare le virtù dell'allievo e farlo scontrare con i suoi limiti, consentendo di superarli con saggezza e determinazione. Infine, lasciare andare.
I miei mentori sono Pino Daniele, Valerio Silvestro, Brad Mehldau, Barry Harris, Herbie Hancock, Bill Evans, Miles Davis, Charlie Haden, Carla Bley.
L'arma vincente è l'autenticità.

COLLABORAZIONI
Le mie collaborazioni spaziano e si traducono in suono: mediterraneo con Pino Daniele, Tullio De Piscopo, Rino Zurzolo, James Senese e tutto o quasi il "neapolitan power"; un suono rock con Phil Palmer (Dire Straits), Z Star; un suono blues con Sarah Jane Morris; un suono jazz con Marcus Miller, Rosario Giuliani, Javier Girotto, Jerry Popolo, Giulio Martino, Minu Cimelu, Lakecia Benjamin...